Sicurezza stradale come causa di disabilità: perchè si fanno gli incidenti?

incidente-stradale

Gli incidenti stradali sono tra le cause principali per le quali insorge la disabilità nella vita delle persone, tanto è vero che moltissime campagne di sensibilizzazione, ogni anno, cercano di non perdere la guardia su quello che è un tema a dir poco scottante. Eppure sono ancora drammatici i dati che descrivono la situazione italiana in fatto di guida sicura.

Secondo un’indagine effettuata da Vidierre per TIM, oggi giorno di sicurezza stradale si parla molto più di prima: in radio se ne parla il 18% in più, sulla stampa l’attenzione verso il tema è cresciuta del 19%, in TV del 21%, sul web del 27% e sui social del 26%. In particolar modo è andato significativamente aumentando il tempo dedicato a parlare degli effetti che può avere l’uso del telefonino alla guida: la ricerca ricorda infatti che usare il telefono alla guida riduce i tempi di reazione del 50% rispetto alle condizioni ideali, così come è provato che inviare sms guidando impone agli occhi di distrarsi dalla guida del 400% in più del onrmale.

Sempre secondo questa indagine risulta che i motivi maggiori all’origine degli incidenti siano causati in primo luogo dalla fretta (32% dei casi), e a seguire dalla distrazione (29%), dal destino (17%) e da manovre causate da altri guidatori imprudenti (16%). Addirittura 1 ragazzo su 3 (il 33% del campione) ha dichiarato che la causa più frequente degli incidenti stradali sia stata dovuta a fattori indipendenti dalla volontà e dalla responsabilità personale: in molti casi è perciò o il destino o le manovre degli altri a scatenare gli incidenti.

Ma l’uso improprio del cellulare alla guida così come altre fonti di distrazione continuano a mietere un sacco di vittime, per cui varrebbe la pena concentrarsi quanto meno sui fattori che dipendono dalla propria, di responsabilità! Perchè la disabilità non è un gioco e cercarsela una bravata da cui non si potrà più tornare indietro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *