Quali sono i vantaggi ed i rischi di un impianto cocleare?

Impianto cocleare

Impianto cocleare

Un impianto cocleare consente ad un paziente sordo di ascoltare. Attraverso l’impianto l’udito può sembrare diverso da quello normale, ma consente a molte persone di comunicare normalmente sia personalmente che per telefono.

Un bambino su 1000 nasce con una sordità neurosensoriale da grave a profonda. La perdita dell’udito di tale portata che si verifica così presto nella vita ha un significativo effetto deleterio sullo sviluppo del parlato e del linguaggio. Poiché un bambino impara molto sul suo mondo ascoltando, un impianto cocleare può fornire miglioramenti significativi alla sua capacità di imparare a comunicare.

Un impianto cocleare è anche molto utile per gli adulti che hanno già imparato a comunicare, ma che ora non sono in grado di ascoltare. La perdita dell’udito isola una persona dalla società in un modo molto diverso dalle altre disabilità.

Poiché non riesce a sentire ciò che dicono gli altri, non può comunicare con loro. Pertanto, le relazioni interpersonali con gli altri che ascoltano normalmente diventano più difficili da sviluppare e sostenere. Se un apparecchio acustico non fornisce vantaggi utili in questa situazione, un impianto cocleare spesso può riportare un paziente alla piena comunicazione.

Quali sono i rischi di un impianto cocleare?

Sebbene l’impianto sia quasi sempre sicuro, le complicanze sono un fattore di rischio, proprio come con qualsiasi tipo di intervento chirurgico. L’inserimento di un impianto cocleare distrugge qualsiasi udienza residua nell’orecchio sottoposto ad operazione. Pertanto, non si può tornare indietro.

I rischi chirurgici standard di un impianto cocleare sono tutti piuttosto rari ed includono: sanguinamento, infezione, malfunzionamento del dispositivo, debolezza del nervo facciale, ronzio nell’orecchio, vertigini e scarso risultato.

Un rischio a lungo termine di un impianto cocleare è la meningite (infezione del fluido attorno al cervello), evenienza per fortuna molto rara. Nel 2018, ci sono stati solo 91 casi su 60.000 pazienti a cui è stato inserito un impianto cocleare. Tuttavia, 17 sono morti. Questi pazienti che hanno avuto la meningite tendevano ad avere diversi fattori di rischio predisponenti tra cui malformazioni dell’orecchio interno congenito, precedente storia di meningite, disfunzione del sistema immunitario, meno di 5 anni di età e una storia di infezioni dell’orecchio ricorrenti.

Poiché l’impianto cocleare scorre tra l’orecchio medio e interno, i batteri all’interno di quello medio possono convogliare lungo l’impianto nell’orecchio interno normalmente sterile. L’orecchio interno ha connessioni con il cervello, attraverso le quali l’infezione può diffondersi. Attualmente, tutti i pazienti che ricevono un impianto cocleare devono essere immunizzati contro i batteri comuni che causano la meningite.

Un’ulteriore considerazione è imparare a interpretare i suoni creati da un impianto. Questo processo richiede tempo e pratica. I logopedisti e gli audiologi sono i professionisti frequentemente coinvolti in questo processo di apprendimento. Non tutti si esibiscono allo stesso livello con un impianto cocleare. Prima dell’impianto, tutti questi fattori devono essere discussi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi