L’importanza di un elettrocardiografo di qualità

elettrocardiografoL’elettrocardiografo è uno strumento medico in grado di rilevare l’attività cardiaca. Questo tipo di strumento viene utilizzato in diverse situazioni, sia in corsia, sia negli ambulatori, sia nelle sale di primo intervento. Esistono in commercio diverse tipologie di elettrocardiografo, che si differenziano essenzialmente per le dimensioni e per la portabilità. Risulta infatti essenziale la costante precisione degli strumenti elettrocardiografici: un errore, anche minimo, può invalidare l’esame diagnostico da parte del personale sanitario incaricato.

Come funziona l’elettrocardiografo

L’elettrocardiografo si utilizza per produrre un elettrocardiogramma, una rappresentazione grafica del funzionamento cardiaco. Questo strumento è costituito da un voltmetro, che permette di misurare con estrema precisione l’attività elettrica del cuore. Per poterlo fare è necessario fruttare dei sottili fili elettrici, che dall’elettrocardiografo giungono fino all’area del petto del paziente posta nei pressi dell’organo cardiaco. Il risultato dell’esame elettrocardiografico si evidenzia come una linea continua, che si muove verso l’alto e verso il basso, con andamento intermittente. Ogni spostamento è dovuto al singolo battito del cuore.

Come si legge un esame elettrocardiografico

Gli elettrocardiografi sono strumenti che devono essere utilizzati solo da personale sanitario specializzato. Per una persona comune infatti è del tutto impossibile individuare le diverse problematiche che possono affliggere il cuore. Per un cardiologo invece è essenziale avere a disposizione l’elettrocardiogramma dei suoi pazienti, da cui può notare qualsiasi tipo di anomalia, alcune delle quali sono caratteristiche di specifiche patologie.

Diversi tipi di elettrocardiografo

Esistono diversi tipi di elettrocardiografo, in quanto sono diversi gli usi che si fanno di questo strumento. La gran parte degli elettrocardiografi oggi disponibili sono portatili, in modo da poterli sfruttare in ogni situazione, anche ad esempio durante un’emergenza, su un’autoambulanza o nei locali di un Pronto Soccorso. A tale scopo gli elettrocardiografi sono dotati di un chiaro display a LCD, con cui monitorare la funzione cardiaca in ogni istante, e di una stampante, che produce il tracciato dell’andamento cardiaco nel corso del tempo.

Come si effettua un elettrocardiogramma

Per poter effettuare un elettrocardiogramma è necessario collegare i cavi dell’elettrocardiografo al petto del paziente; per poter essere usati con rapidità gli elettrocardiografi hanno un display intuitivo e facile da interpretare. Gli elettrocardiografi portatili sono muniti anche di alimentazione a batteria, per poter essere utilizzati in mobilità. L’elettrocardiogramma si effettua sia con paziente sotto sforzo, sia con paziente a riposo, perché in queste due differenti condizioni si evidenzia in modo diverso il corretto funzionamento cardiaco.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *