Nuove sedie a rotelle sempre più sofisticate

sedia a rotelle Whill model M.

Gli ex dipendenti di Nissan, Toyota, Sony e Olympus hanno riunito le loro conoscenze di ingegneria e progettazione per fornire aiuto alle persone con disabilità attraverso nuove funzioni che la tecnologia può oggi offrire.

In precedenza, le sedie a rotelle erano molto pesanti, costringevano la persona disabile a usare una forza eccessiva per muoversi e non davano molto conforto. Per alcuni anni, molti ingegneri hanno iniziato a cercare modi per aiutare queste persone.

Di recente, uno dei lanci più innovativi nel settore medico ha avuto luogo alla più grande convention tecnologica. Ingegneri e designer, insieme al marchio giapponese Whill, hanno sviluppato una sedia a rotelle elettrica che consente un migliore trasporto della persona grazie ai grandi progressi tecnologici.

Sedia a rotelle Whill modello M.

Questa sedia a rotelle ha un peso davvero ridotto che consente all’assistente del paziente di spingere più facilmente la sedia, che a sua volta è rimovibile. Inoltre, ha uno schermo a LED che indica se la sedia è in esecuzione o meno, oltre a 4 diverse velocità tra cui scegliere.

Con la mano destra si potrà utilizzare un joystick ergonomico, che sarà il mezzo attraverso il quale la persona può guidare liberamente senza la necessità di sforzo fisico. Uno dei vantaggi tecnologici di questo modello è la trazione dei pneumatici, che consente una curva a 360° per una migliore guida. Inoltre è presente un’applicazione mobile che consentirà alla persona disabile o all’assistente di guidare la sedia attraverso lo schermo del proprio telefono cellulare.

Invece il marchio Scewo, che si è concentrato sui luoghi con scale a cui è impossibile accedere con una sedia a rotelle, prendendo spunto dal meccanismo a puleggia come quello dei carri armati di guerra, è riuscito a creare un sistema in modo che la sedia possa attraversare autonomamente le scale con grande facilità.

L’ingegneria industriale a favore della popolazione vulnerabile

Sebbene i due modelli precedenti facciano parte di un incredibile progresso tecnologico, i prezzi sono molto elevati (13.000 dollari circa) e quindi li rendono poco accessibili a quasi tutta la popolazione che soffre di qualche tipo di disabilità motoria. Ecco perché molti giovani imprenditori pensano meno alla redditività della propria impresa per concentrarsi sulle comunità più colpite economicamente che hanno anche esigenze di mobilità assistita.

Questo è il caso della società colombiana Kit Smile composta da due giovani studenti, che per esperienza sono riusciti a creare un prodotto davvero economico e rivolto ai bambini di età compresa tra 2 e 12 anni sofferenti di un certo tipo di paralisi. Il prodotto sarà in grado di adattarsi a 3 posizioni (cibo, esercizi e riposo) consentendo una facile sistemazione.

La società, per aiutare le famiglie che fanno parte di una popolazione altamente vulnerabile, cerca l’aiuto di persone che, attraverso donazioni e sponsorizzazioni, possono pagare per il prodotto.

Indipendentemente dalla fonte dell’invenzione o dal processo aziendale, questi esempi di tecnologia e ingegneria fanno parte dell’attuale sviluppo rivolto a popolazioni specifiche che giorno dopo giorno cercano aiuto per migliorare la loro vita quotidiana.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi