Cerca nell'archivio


opinioni> 15 giugno 2009

Sclerosi multipla: l’Inps mi ha tolto l’invalidità

L’altra mattina ho trovato nella cassetta delle lettere un raccomandata dell’Inps. Non stavo bene, mi sono alzata con i miei soliti disturbi, ma ho cercato di superarli e non pensarci. Dovevo reagire, sono 9 anni che non sto bene, ma ho fiducia che un giorno o l’altro…!
Meno male che, ritirando la raccomandata, ho avuto una bellissima notizia: 6 righe sintetiche della Commissione di invalidità: «Le comunichiamo che la prestazione di invalidità civile di cui è titolare viene sospesa in quanto dalla visita medica di controllo è stato accertato che non sussistono più i requisiti sanitari necessari…». Non ho creduto ai miei occhi: sono guarita?! Senza miracoli ma solo grazie a una superficiale visita di 5 minuti?! Senza una risonanza magnetica, un’analisi del midollo spinale? Si guarisce così dalla sclerosi multipla? Che bello, allora c’è speranza per tutti noi malati. Basta un decreto ministeriale e il gioco è fatto! Via medicine, via analisi, via brutti pensieri sul futuro.
Peccato che mi senta male e dopo questa notizia ancora di più. Sono dall’età di 16 anni che ho la sclerosi, ho avuto 3 paresi facciali e tanti altri disturbi di sensibilità causati dalla malattia. Ho sempre i valori sballati, ma la cosa che più mi rende triste è che non posso condurre una vita “normale”, quella di una qualsiasi mia coetanea di 27 anni. La malattia l’ho accettata con pazienza e sopportazione, la mia vita non è stata una scala di cristallo, ma alla fine ecco la luce in fondo al tunnel: sono guarita! Non in seguito a una cura miracolosa, ma per miracolo della burocrazia, perchè si preferisce battere cassa sulla pelle di noi invalidi civili, piuttosto che su altre vergogne. In questa lettera ho cercato di raccontare in modo lieve quello che per me è una tragedia. Dalla sclerosi non si guarisce mai, è una malattia degenerativa.
Ho un dubbio: perchè fanno vedere gli ammalati di sclerosi in sedia a rotelle? Perchè fanno la settimana dell’Aism e la vendita delle gardenie? Perchè…? Basta andare all’Inps e si guarisce! Il mio 75% di invalidità è scomparso.

Lettera pubblicata da la Nuova Sardegna — 14 giugno 2009

Commenti (6)

  1. silvia maninchedda:

    Sono anche io malata di sclerosi multipla da 24 anni (mi hanno diagnosticato questa malattia a 9 anni) una settimana fa mi è arrivata la stessa lettera dall’inps di Teramo, che mi riduceva l’invalidita dal 100% al 47% a seguito di una ridicola visita di 5 minuti, non hanno guardato niente delle mie innumerevoli cartelle cliniche, mi hanno reputata guarita perchè riesco a toccarmi la punta del naso. é vergognoso!!! questi medici dovrebbero essere espulsi dal sistema sanitario!! comunque morale della storia, dopo il 100% confermato da 3 ASL e la 104 art.3 comma 3 sono bastati 5 minuti con un incompetente per rovinarmi la vita. Invece di togliere le pensioni a noi lo stato dovrebbe risparmiare su questi incompetenti!!


  2. gianni:

    Cara Silvia la colpa non è tanto dei medici
    che hanno ridotto la tua percentuale di invalidità.
    Questi medici di commissione non fanno altro che
    eseguire ordini che vengono dall’alto,visto che c’è
    da risparmiare si vanno a rubare quei quattro soldi
    di pensione di invalidità.E pensare che chi fa queste
    leggi vive nel lusso più sfrenato,comunque ben ci sta
    visto che non riusciamo a reagire a queste angherie.


  3. Samuele:

    quando ho sentito che c sarebbe stato questo fantomatico richiamo a visita indiscriminato (uno dei soliti escamotage all’italiana per aggirare regole appena stabilite da qualche avversario politico e farsi un po’di pubblicità sulla pelle dei più deboli, trucchetti che evidentemente funzionano visto che tanti se la bevono)sapevo benissimo come sarebbe andata a finire. Sappiamo benissimo cosa sono le commissioni ASL e come dice Gianni lo scopo era già deciso: sfalciare quà e là e rigettare nell’incertezza più assoluta persone nelle nostre situazioni e alla fine, tra qualche tempo, c dovremo sentire anche qualche ministro/sottosegretario/deputato/giornalistadigoverno che con il foglietto in mano ed un sorrisetto compiaciuto c srotolerà tutto il suo rosario d cifre, dati, percentuali per convincerci che sono stati giusti, che hanno fatto bene, che in Italia il problema sono i “falsi” invalidi e loro l’hanno affrontato, imbeccati dalla logica dei “danni collaterali” molti italiani passeranno sopra il dolore di tante persone pensando che tutto sommato, in nome di non si sa quale giustizia, è normale che qualcuno c vada d mezzo….
    io spero che intanto la nostra associazione (AISM) venga messa al corrente di tutte queste storie vergognose e sia spinta da tutti noi malati ad agire al più presto, anche aiutando legalmente nei ricorsi di tutti i pazienti e i contenziosi che in breve travolgeranno i tribunali.


  4. ignazia:

    ragazzi abbiate fede!!

    vedrete che quegli zoppacci e sciancati che abbiamo mandato a sedersi sugli scranni di palazzo Madama e di palazzo Chigi, ci difenderanno strenuamente. Dall’alto dei loro favolosi appannaggi e privilegi i vari Carmelo Porcu e altri, vedrete che si ricorderanno di noi !

    col cavolo!!!


  5. enza:

    io sono una ragazza di ventuno anni….appena scoperto di essere malata di sclerosi multipla…volevo comunicare ,che se vedi una persona stare bene,non significa che piscologicamente sia serena….sono pochi i giorni di buon umore. io non riesco proprio ad accettarlo ma purtroppo …..tant’altro abito da tre anni con il mio ragazzo,cucino,lavo,pulisco,e lavoro in fabbrica credetemi dare un punteggio adeguato da trovare un lavoro meno pesante a chi ne a veramente bisogno significa non aggravare la situazione. forza mettiacela tutta


  6. carlo:

    ma chi specula su chi è malato disabili tossici anziani è un vero criminale…giorgio gaber.