Cinque film sulle disabilità che varrebbe la pena guardare

la teoria del tutto

Attraverso i film, sceneggiatori e registi possono intrecciare un racconto intricato e significativo che spesso lascia il pubblico non solo divertito, ma anche ispirato e toccato. Quando i personaggi di un film riflettono la natura complessa delle nostre vite, spesso ci sentiamo come se relazionassimo con loro a livello personale. Identificarsi fortemente con un personaggio può produrre sentimenti di inclusione e offrire una visione profonda delle nostre esistenze.

I film sulle disabilità non sono soltanto una grande finestra sulla vita di molte persone all’interno della nostra variegata società, ma possono anche essere una meravigliosa fonte di ispirazione. Questi film mostrano spesso una combinazione dinamica di coraggio, determinazione e personaggi che si sforzano di raggiungere i loro obiettivi nonostante le avversità.

La teoria del tutto

La teoria del tutto è uno studio attento sull’impatto della disabilità nelle relazioni interpersonali e nella famiglia. Tratto dalla storia vera di Stephen e Jane Hawking, il film descrive una vita condivisa, una carriera illustre e una famiglia che continua a crescere nonostante l’avanzare della SLA di Stephen. La teoria del tutto è un film nominato all’Oscar e adattamento del libro di Jane Hawking “In viaggio verso l’infinito: La mia vita con Stephen”.

Million Dollar Baby

Million Dollar Baby è la storia di Maggie Fitzgerald la quale, all’apice del successo, venne colpita da una paralisi totale permanente durante un incontro di boxe. Costretta a letto e paralizzata, chiese al suo allenatore di porre fine alla sua vita. Sebbene sia principalmente un film sul duro lavoro, la determinazione e il successo, Million Dollar Baby è un film che osa porre domande dure sulla qualità della vita, la disabilità e l’eutanasia.

Mi chiamo Sam

Sam è un padre intellettualmente disabile che ama due cose: i Beatles e sua figlia Lucy. Quando le autorità cominciano a mettere in discussione la capacità di Sam di crescere la bambina, si ritrova coinvolto in una battaglia per la custodia. Mi chiamo Sam è un racconto emotivo di disabilità, famiglia, coraggio e amore.

Buon compleanno Mr. Grape

Dopo la morte del padre, il ventiquattrenne Gilbert Grape è costretto a badare alla famiglia composta da cinque persone. Lottando per far quadrare i conti con il suo lavoro part-time, deve suo malgrado assistere suo fratello Arnie, diciassettenne disabile intellettualmente. Gilbert cerca di bilanciare le proprie responsabilità di capo famiglia con il tentativo di costruirsi una propria vita. Buon compleanno Mr. Grape è uno spaccato nel mondo a volte tumultuoso delle disabilità intellettive, dei giovani e del loro viaggio verso l’equilibrio e la felicità.

The Elephant Man

The Elephant Man è una scioccante rivelazione su come veniva trattato un ventenne orribilmente sfigurato nella Londra del diciannovesimo secolo. Il film è uno spaccato crudo e onesto della vita di Joseph Merrick. La sua grazia salvifica è un medico lungimirante che lo scopre in uno spettacolo bizzarro e lo introduce al concetto di gentilezza. Sebbene il medico creda che sia disabile intellettualmente, scopre presto che John è un uomo intelligente e gentile.

Questo film è un sconvolgente promemoria della crudeltà che può essere inflitta alle persone con disabilità, contrastata dall’umile Merrick il quale lascia che questa crudeltà lo renda invece gentile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi