Le tre innovazioni che hanno migliorato l’inclusione dei disabili nel 2019

Xfinity X1 Eye-Tracking

Xfinity X1 Eye-Tracking | Foto da terminalmadness.com

Videogiochi di grande qualità e telecomandi TV controllati dagli occhi sono solo alcuni dei modi in cui le aziende hanno utilizzato la tecnologia per aumentare l’accessibilità nel 2019. Ecco tre storie di marchi che hanno fatto passi da gigante nell’inclusione della disabilità, grazie ai progressi delle tecnologie all’avanguardia.

Comcast ha reso più accessibile la navigazione dei canali

Comcast ha rilasciato due nuove funzionalità di accessibilità per i suoi abbonati Xfinity. A giugno, la società via cavo ha rilasciato X1 Eye Control, un telecomando basato sul Web che consente ai clienti di accedere a tutte le funzionalità di un tradizionale telecomando Xfinity TV attraverso lo sguardo o i sistemi di comunicazione Sip-and-Puff. Questi sistemi di tecnologia assistiva sono spesso utilizzati da persone con disturbi neuromuscolari o lesioni spinali. Il telecomando è entrato nel top 100 delle migliori invenzioni del 2019.

Il 3 dicembre, in occasione della “Giornata internazionale delle persone disabili”, Comcast ha introdotto ASL Now, un servizio di assistenza clienti che comunica con la lingua dei segni americana attraverso le chat video. I clienti possono chiamare e ottenere risposte a domande riguardanti fatturazione, Internet e altro.

Microsoft e il suo controller Xbox adattivo

Lo spot del Super Bowl di Microsoft segue un ragazzo di nome Owen mentre gioca ai videogiochi con i suoi amici grazie al controller adattivo Xbox. Come Owen, anche altri giovani presenti nello spot hanno problemi agli arti o di mobilità che possono rendere difficile giocare. Il controller adattivo Xbox è compatibile con una serie di joystick, interruttori, supporti per sedie a rotelle e altri accessori.

Il progetto #ShowUs offre diversità alle foto d’archivio

Le donne sono state tradizionalmente rappresentate in foto d’archivio come giovani, magre, bianche e dal bel corpo. I risultati della ricerca per “donna in carriera” o “donna autorizzata” spesso includono una varietà di stereotipi, nessuno dei quali lusinghiero. Per ovviare a questa disparità, Getty Images ha collaborato con Dove e l’agenzia creativa Girlgaze per lanciare Project #ShowUs.

Secondo il sito web del progetto, #ShowUs è una libreria di oltre 5.000 fotografie dedicate a distruggere gli stereotipi di bellezza mostrando donne che sono non come altri credono che dovrebbero essere. Trentanove Paesi e 116 fotografi sono rappresentati nella raccolta, che mette in evidenza soggetti di età, razze, professioni, tipi di corpo, religioni, identità di genere e abilità fisiche diversi.

#ShowUs non è la prima collaborazione di Getty per una maggiore diversità nelle offerte di foto d’archivio. Nel 2018, la società si è unita a Oath e alla National Disability Leadership Alliance per creare la Disability Collection, una serie di immagini che mettono in evidenza le persone con disabilità che svolgono attività quotidiane come fare shopping, crescere famiglie o fare sport. I fotografi con disabilità sono stati coinvolti durante lo sviluppo della raccolta di foto. Dopotutto, mentre il 15% delle persone ha una disabilità, solo il 2% delle foto include la rappresentazione della stessa.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi