Interventi digitalizzati per l’inclusione sociale

Xfinity X1 Eye-Tracking

Xfinity X1 Eye-Tracking | Foto da terminalmadness.com

L’anno scorso, due famosi allenatori di basket in carrozzina visitarono il Nepal per condurre un intenso allenamento sportivo volto ad aumentare il livello degli sport nel Paese. Riuscirono a riunire più di 40 giocatori di basket in sedia a rotelle di sesso femminile e maschile a Kathmandu, atleti e cittadini che vivono con disabilità e provenienti da tutto il Nepal.

Mentre molti di questi atleti erano dilettanti, alcuni erano professionisti in grado di competere a livello internazionale, a condizione che avessero strutture e supporto.

Non sorprende quindi che il campionato internazionale di basket in sedia a rotelle nel 2019 sia stato un enorme successo con 13 squadre in competizione tra loro. Quindi, può essere possibile l’impegno sportivo durante la pandemia COVID-19?

COVID-19 ha sconvolto le nostre vite in molti modi, aumentando il rischio di isolamento sociale e insicurezza economica, con un impatto sulla salute mentale e psicosociale. I media nepalesi hanno riportato un aumento del numero di suicidi durante il lock down.

Le persone con disabilità, in particolare, sono i più vulnerabili, anche prima della pandemia. All’improvviso, il loro diritto di andare a lavorare o socializzare attraverso lo sport è stato interrotto, minimizzando ulteriormente una di quelle poche opportunità di interagire con i loro coetanei. Per quelli su sedia a rotelle, che sono tornati a casa da Kathmandu sulle colline o sulle montagne dopo l’annuncio del lock down, l’accessibilità fisica pone ulteriori sfide al loro benessere.

Per risolvere i problemi di isolamento, disimpegno sociale e aiutare a far fronte alla resilienza, il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) in Nepal e l’ENGAGE, un’organizzazione no profit locale che lavora nel settore della disabilità, stanno conducendo un programma virtuale chiamato “Fitness & sano, qualunque cosa accada: sport adattivi online, sensibilizzazione e supporto psicosociale per le persone con disabilità”.

Dall’11 luglio e fino alla fine di settembre, le sessioni online gratuite mettono in contatto persone con e senza disabilità, con psicologi e rinomate persone ed esperti di sport adattivi locali e internazionali, che condividono le loro intuizioni con i loro coetanei e colleghi del Nepal. Gli atleti adattivi nazionali sono un modello di resistenza e resilienza, e discutere gli obiettivi, i sogni e i modi per raggiungerli è un intervento innovativo per il loro benessere durante questa crisi. In generale, la strategia digitale viene adottata ampiamente in questo periodo di crisi.

Spesso trascurato, lo sport gioca invece un ruolo importante nella vita delle persone con disabilità perché offre una piattaforma per interagire e connettersi, all’interno e al di fuori dei loro circoli, per impegnarsi con la società in generale. L’importanza dello sport è stata collegata ai percorsi verso l’occupazione e l’istruzione da parte di esperti di disabilità nella fraternità umanitaria e per lo sviluppo.

I diritti dei cittadini nepalesi con disabilità saranno soddisfatti solo con un cambiamento sistemico nella società. Un passo importante in questa direzione è che le persone senza disabilità sviluppino una maggiore comprensione e accettino la disabilità come componente inclusiva della diversità. È un piccolo passo per gettare le basi per una società più inclusiva.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi