Cinque modi per rendere l’inclusione della disabilità più efficace

percorsi tattili 2017

L’importanza dell’inclusione della disabilità all’interno di un’azienda viene a volte sottovalutata. Sorgono quindi alcune domande: come viene coinvolto il dipartimento delle risorse umane? Dove inizia e finisce il ruolo di chi lo gestisce? E in che modo le informazioni arrivano a manager e direttori IT?

La risposta? L’inclinazione alla disabilità deve essere una priorità multi-livello e interdipartimentale, che coinvolga ogni area dell’azienda, dalle risorse umane al reparto IT. Di seguito, cinque modi mediante il quale si dovrebbe agire.

Differenziare tra diversità e inclusione della disabilità

L’utilizzo di una parola come “diversità” in una frase generica non farà sentire le persone disabili riconosciute. Invece, bisogna menzionare le disabilità e le politiche di pari opportunità in anticipo sia nei materiali aziendali che in occasione di eventi. Un altro ottimo punto di partenza è verificare se l’impegno verso l’inclusione si riflette nelle pratiche di assunzione.

Condividere esempi positivi di inclusione

Ogni azienda ha al suo interno la capacità di diventare più inclusiva ed uno dei modi migliori per convincere i dipendenti di tutta l’azienda è quello di condividere gli esempi positivi.

Fare in modo che il divario salariale diventi prioritario

Le persone vogliono vivere e prendere decisioni per se stessi. Come possono farlo senza essere retribuite? Sono tantissime le imprese e enti che pagano tutti i loro dipendenti con un salario minimo, che sia statale o privato.

Quindi, tutti i tipi di lavoratori si scontrano con il divario retributivo. La disuguaglianza dei guadagni è maggiore tra quelli con un titolo di laurea o di scuola superiore. Le persone con disabilità che ottengono gradi avanzati guadagnano meno rispetto alle persone senza disabilità ma con lo stesso tipo di istruzione. Ciò dovrebbe essere corretto per rendere effettiva l’inclusione.

Creare un gruppo di risorse per i dipendenti o un Consiglio di inclusione

C’è stato un sostanziale aumento numerico delle aziende che creano gruppi che si concentrano ufficialmente su problemi di disabilità. Chi dovrebbe far parte di questi gruppi? Mantenere la definizione del gruppo abbastanza aperta, consigliano gli esperti. I gruppi di risorse per i dipendenti possono e dovrebbero includere persone che sono disabili, madri e padri che vogliono supporto, così come tutti i tipi di persone con disabilità.

Rendere il sito aziendale “accessibile”

Solo il 47% delle aziende intervistate nel 2018 ha condotto studi sulla totale accessibilità ai propri siti web, soprattutto per quanto riguarda la loro efficace funzionalità con le tecnologie assistive, rispetto al solo 36% del 2016. Ignorare l’accessibilità al sito Web non solo crea un’enorme barriera per le persone con disabilità, ma potrebbe anche metterti dalla parte sbagliata della legge.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi