Attrezzature a favore dei disabili: la James Leckey Design ci investe!

james leckey design

Immagine da businessfirstonline.co.uk

Un imprenditore specializzato in attrezzature a favore della mobilità dei disabili sta rilanciando la propria attività in Germania e recluterà principalmente nell’UE e non a Lisburn. La James Leckey Design si concentra principalmente ad aiutare i bambini, anche se distribuisce attrezzature per adulti disabili.

Il prodotto più conosciuto è il Firefly Upsee, un equipaggiamento che consente ai bambini disabili di stare in piedi e camminare con l’aiuto di un adulto. Il fondatore e presidente è James Leckey, il quale ha dichiarato: “L’azienda prevede di realizzare vendite per 21 milioni di sterline nel 2019. Abbiamo già aumentato le nostre sedi e la portata delle responsabilità all’interno del gruppo, e ora stiamo cercando di trasferire la logistica dal Regno Unito alla Germania per migliorare la distribuzione del prodotto. Sicuramente i costi lieviteranno, ma dobbiamo prepararci alla Brexit”.

“Negli ultimi anni siamo cresciuti molto”, continua Leckey, “e di questo dobbiamo ringraziare la distribuzione globale che ha fatto conoscere meglio i nostri prodotti in mercati specifici”. Alla domanda su cosa pensa della Brexit, Leckey risponde così: “Economicamente è stata una decisione deleteria. Noi abbiamo lavorato proprio per attutire il colpo, evitando i perdere posti nella sede di Lisburn e di crearne di nuovi in Germania”.

L’ampliamento dell’attività in Germania è in corso di pianificazione, anche se lo scorso anno i lavori sono stati accelerati come conseguenza dell’incertezza. La stima parla di un costo aggiuntivo di circa 50.000 sterline all’anno, ma se la Brexit dovesse essere spostata o essere no-deal i costi potrebbero lievitare. Nel complesso, ci sarebbe la tendenza a spostare le attività operative lontano dal Regno Unito, solo per renderle più economiche.

“Dalla Brexit non riesco a ricavare nulla di positivo”, afferma Leckey. “Certamente sta avendo un forte impatto sull’attività economica e non solo, perché potrebbe impedirci di continuare a collaborare con programmi europei e paneuropei come Horizon. Le università sono meno favorevoli a collaborare con le aziende del Regno Unito e preferiscono farlo con quelle europee”.

La prossima settimana, la compagnia ospita dei potenziali acquirenti provenienti dall’Italia in quella che potrebbe essere l’ultima visita prima della Brexit. Il distributore Sunrise Medical porterà commercianti, medici e terapisti specializzati in disabilità.

Per adesso, nessuna previsione economica afferma che il Regno Unito farà meglio dopo la Brexit. “Sono un uomo d’affari”, dice Leckey, “mi piace rischiare ed esplorare modi migliori per creare attrezzature per i disabili. Ma, lo ribadisco, economicamente la Brexit è una pessima idea”. Nonostante le incertezze, l’azienda spera che i disabili europei continuino ad usufruire delle attrezzature costruite appositamente per loro. “Noi saremo al loro fianco sempre”, afferma Leckey.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi