Storia della sedia a rotelle

bambino disabile

Nessuno sa esattamente quando è stata inventata la prima sedia a rotelle; tuttavia, le sue origini risalgono ai tempi antichi. Le prime notizie di un dispositivo di trasporto su ruote sono state trovate in una scultura in pietra in Cina e su un vaso greco che portava l’immagine di un letto per bambini dotato di ruote.

La prima sedia a rotelle appositamente progettata per disabili venne chiamata “sedia per invalidi”. Fu inventata nel 1595 per il re Filippo II di Spagna. La sedia aveva delle piccole ruote attaccate all’estremità delle gambe e includeva una piattaforma come appoggio per i piedi del Re e uno schienale regolabile. Non poteva essere mossa da sola, ma molto probabilmente il Re si serviva di appositi servitori per essere trasportato in giro.

Giungendo fino al 1655, un giovane orologiaio tedesco di nome Steven Farffler, sofferente di una disabilità che ne limitava la sua mobilità, divenne la prima persona ad inventare e ad usare una sedia a rotelle azionata in modo indipendente. Era una sedia stabile montata su un telaio a 3 ruote con maniglie su entrambi i lati della ruota anteriore, utilizzata per spingere la sedia in avanti. Farffler, probabilmente affetto da paraplegia, creò la sedia a rotelle a soli 22 anni.

Nel 1783, John Dawson di Bath, in Inghilterra, inventò una sedia a rotelle e la chiamò in onore della sua città. La sedia a rotelle Bath aveva due grandi ruote nella parte posteriore e una piccola nella parte anteriore. Secondo i dettami tecnici di Dawson, l’utente avrebbe dovuto guidare la sedia utilizzando una maniglia rigida; purtroppo, tutti i suoi design di costruzione prevedevano che la sedia fosse spinta o tirata da un asino o un cavallo, poiché era molto pesante.

Poi, nel 1800, vennero sviluppate le prime sedie a rotelle simili a quelle utilizzate oggi. Nel 1869 fu depositato un brevetto di una sedia a rotelle che poteva essere semovente e che aveva grandi ruote nella parte posteriore. Anche se erano diventate meno ingombranti, non erano facilmente trasportabili; almeno fino al 1932, quando la versione pieghevole in acciaio tubolare fu realizzata da Harry Jennings, un ingegnere che lo progettò per il suo amico, Herbert Everest. Insieme fondarono la società Everest and Jennings, che per decenni ha avuto il monopolio dell’industria delle sedie a rotelle.

Le sedie a rotelle elettriche sono state inventate da George Klein e altri per aiutare i veterani feriti dopo la seconda guerra mondiale. Da allora, i progetti vennero sono costantemente migliorati nelle dimensioni, nel peso e per adattarsi alle esigenze di un individuo. Di recente, è stata sviluppata e messa in commercio una nuova sedia di tipo iBot, in grado di sollevarsi su due ruote, camminare su e giù per le scale, attraversare la sabbia, la ghiaia e l’acqua e difficilmente ribaltabile. Alcuni ipotizzano che in futuro le sedie a rotelle potranno essere controllate dagli impulsi neurologici provenienti dal cervello.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi