Sclerosi multipla e dieta: ecco cosa bisogna sapere

sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una malattia autoimmune che distrugge gradualmente le coperture protettive che avvolgono le fibre nervose. Questi rivestimenti sono chiamati guaine mieliniche. Nel tempo, questa malattia può danneggiare in modo permanente i nervi, influenzando la comunicazione tra il cervello e il corpo. I sintomi sono:

  • Fatica.
  • Formicolio e intorpidimento.
  • Disfunzione della vescica e dell’intestino.
  • Difficoltà motorie e spasticità.
  • Visione alterata.
  • Difficoltà di apprendimento e di memoria.

Sebbene la dieta non possa curare la sclerosi multipla, alcune ricerche suggeriscono che apportare cambiamenti può aiutare le persone affette dalla malattia a gestire meglio i sintomi. Questo, a sua volta, può migliorare la loro qualità della vita.

Alimenti da mangiare

Una dieta favorevole alla sclerosi multipla dovrebbe aiutare le persone a gestire i propri sintomi, soprattutto controllare la progressione della malattia e mirare a ridurre al minimo gli effetti che i sintomi comuni hanno sulla qualità della vita complessiva. Ecco un elenco di alimenti da includere:

  • Frutta e verdura: tutta la frutta e la verdura fresca.
  • Cereali: tutti i cereali, come avena, riso e quinoa.
  • Frutta a guscio e semi: tutta la frutta a guscio e i semi.
  • Pesce: tutto il pesce, in particolare il pesce fresco e il pesce grasso, come il salmone e lo sgombro, poiché sono ricchi di acidi grassi omega-3 e vitamina D.
  • Carni e uova: uova e tutte le carni fresche, come manzo, pollo, agnello e altro.
  • Prodotti lattiero-caseari: latte, formaggio, yogurt e burro.
  • Grassi: grassi sani, come gli oli di oliva, semi di lino, cocco e avocado.
  • Alimenti ricchi di probiotici: yogurt, kefir, crauti e kimchi.
  • Bevande: acqua, tisane.
  • Erbe e spezie: tutte le erbe e le spezie fresche.

Alimenti e cereali a base vegetale sono più ricchi di fibre, vitamine, minerali e liquidi, che possono aiutare con alcuni sintomi della sclerosi multipla, come costipazione, affaticamento e disfunzione della vescica.

Il pesce, in particolare quello grasso, come il salmone e lo sgombro, sembra essere benefico, probabilmente perché è ricco di acidi grassi omega-3 antinfiammatori. Sono anche ricchi di vitamina D, che può aiutare a mantenere le ossa forti se combinati con il calcio.

I prodotti lattiero-caseari mostrano risultati contrastanti. Tuttavia, sono una buona fonte di calcio, vitamina D, vitamina A e potassio, quindi si possono includere con moderazione in una dieta favorevole alla sclerosi multipla.

Cibi da evitare

Sebbene una dieta favorevole permetta molte opzioni sane e deliziose, ci sono alcuni alimenti da evitare o limitare il consumo per gestire i sintomi della sclerosi multipla. La maggior parte di questi alimenti è collegata all’infiammazione cronica. Sono inclusi carni lavorate, carboidrati raffinati, grassi trans e bevande zuccherate, solo per citarne alcuni.

Ecco un elenco di cibi da evitare:

  • Carni lavorate: salsicce, pancetta, carni in scatola e carni salate, affumicate o stagionate.
  • Carboidrati raffinati: pane bianco, pasta, biscotti.
  • Cibi fritti: patatine fritte, pollo fritto, bastoncini di mozzarella e ciambelle.
  • Cibi spazzatura: fast food, patatine fritte e cibi pronti e surgelati.
  • Grassi trans: margarina, oli grassi e vegetali parzialmente idrogenati.
  • Bevande zuccherate: bevande energetiche e sportive, soda e tè dolce.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi