Ryanair gli fa pagare imbarco carrozzina: disabile fa causa

ryanair

Il nome di Salvatore Caputo sta circolando prepotentemente nei giornali e nei siti Internet italiani. Ma chi è esattamente? Salvatore è uno sportivo disabile che attraverso l’avvocato Stefano Gallotta dell’Associazione CODICI ha avanzato una richiesta di risarcimento danni alla compagnia aerea Ryanair, per averlo costretto a pagare il supplemento di 27.50 euro all’aeroporto di Bergamo Orio al Serio.

Ryanair ha imposto a Salvatore il pagamento di questo supplemento perché il peso del suo bagaglio a mano, che consisteva poi nella carrozzina destinata al gioco, pesava 4Kg in più rispetto al peso consentito: “La cosa che più mi ha infastidito – spiega Salvatore – non è tanto la cifra che ho dovuto pagare. Per neanche 30 euro, figuriamoci. ll problema è l’atteggiamento che mi è stato riservato. All’andata, da Brindisi verso Bergamo, non mi avevano detto alcunché. E tutte le altre volte che ho viaggiato nella mia carriera agonistica non mi è mai capitata una cosa del genere. Questa volta invece mi è stato detto di pagare questa tariffa ulteriore in un ufficio dell’aeroporto esponendomi peraltro al rischio di perdere l’aereo”.

Salvatore fa notare che è una vita intera che viaggia per partecipare ai tornei di tennis in carrozzina, e mai gli è stato applicato il limite di peso per la carrozzina di gioco. In fondo i regolamenti prevedono che questi limiti del bagaglio a mano non valgano per le persone con disabilità, per cui non si capisce ancora il motivo secondo il quale, nel caso della carrozzina da gioco di Salvatore, questa cosa sia invece venuta fuori.

L’episodio è avvenuto l’11 settembre scorso, ma soltanto in questi giorni la questione sta irrompendo. Insomma, è evidente che la protesta non nasce certo per i 30 euro, quanto invece per il trattamento riservato e per la mancanza di attenzione e di tatto che c’è stata nei confronti di Salvatore.

“I passeggeri con mobilità ridotta hanno tutto il diritto di trasportare due attrezzature per la mobilità  e l’attrezzatura medica necessaria per tutta la durata del viaggio”: è questo quanto riporta il regolamento CE 1107/2006, per cui il risarcimento da parte di Ryanair, per quanto non ancora ufficiale, sarà dovuto con un buon 99% delle possibilità!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *