Permessi da legge 104: cosa fare se coincidono con le ferie?

lavoro disabili

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, cogliendo l’interpello n.20/2016 del 20 maggio 2016, affronta una volta per tutte la questione delle ferie programmate e dei permessi da legge 104. In molti si chiedevano e si chiedono tuttora, infatti, cosa accade quando queste due situazioni coincidono, come ci si debba muovere in questi casi, e se i permessi lavorativi da legge 104 siano da conteggiare anche in queste situazioni oppure no.

A questo proposito il Ministero chiarisce innanzitutto che la legge 104/92 garantisce i permessi ai familiari che assistono persone con handicap o agli stessi lavoratori con disabilità, “al fine di tutelare i diritti fondamentali del soggetto diversamente abile, assicurandogli dunque una assistenza morale e materiale”.

Il datore di lavoro, ai sensi dell’articolo 2109 del codice civile, può stabilire il periodo di godimento delle ferie nel rispetto della durata fissata dalla legge e dalle contrattazioni collettive sul lavoro. Per questo motivo è possibile che il datore possa richiedere una programmazione dei permessi, tanto su cadenza settimanale quanto su scala mensile, nel caso in cui il lavoratore disabile o la persona che assiste il disabile sia nelle condizioni di individuare a monte le giornate in vista delle quali avrà bisogno di assentarsi dal lavoro. Perciò è possibile programmare preventivamente le giornate di assenza per legge 104, purché “tale programmazione non comprometta il diritto del disabile ad una effettiva assistenza ed esegua criteri quanto più possibile condivisi con i lavoratori o con le loro rappresentanze”.

Ma chiarito questo aspetto, trattiamo per un attimo la questione che ponevamo a monte: cosa accade se i permessi di assistenza coincidono con le ferie programmate? Come si legge dalla nota del Ministero, “nel caso in cui il bisogno di assistenza al disabile si verifichi durante il periodo di ferie programmate o del fermo produttivo, la fruizione del relativo permesso sospende il godimento delle ferie”. Detto in parole più semplici significa che il permesso per assistere il soggetto disabile NON si conteggia come fosse giorno di ferie, pertanto se i permessi da assistenza dovessero capitare proprio nel periodo delle ferie, questi giorni di non lavoro verrebbero comunque considerati alla stregua di ferie e non contribuirebbero al conteggio dei giorni di assenza da legge 104.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *