I permessi da legge 104 contribuiscono al calcolo delle ferie?

assistenza disabili

E’ forse possibile cumulare ferie e permessi legge 104? Questa domanda se la saranno posta sicuramente tutti quelli che beneficiano della legge 104, se non altro perché le due cose spesso e volentieri possono sovrapporsi. A molti infatti sarà capitato di essersi avvalsi di alcune giornate di permesso per assistere un familiare invalido, e di essersi sentiti rispondere che quei giorni di assenza dal lavoro non avrebbero potuto essere considerati nel conteggio delle ferie.

Su questo si è espressa di recente la Corte di Cassazione, che ha incolpato un’azienda proprio per aver tolto due giorni di ferie annuali a un suo dipendente che aveva goduto dei permessi 104 (per assistere, in quel caso, un familiare con handicap). La Cassazione, quindi, ritiene che i permessi da legge 104 debbano concorrere eccome alla determinazione dei giorni di ferie: laddove questo non avviene, il lavoratore ha ragione di far valere quello che viene definito il “diritto al riposo”. Ma come mai questa decisione?

Il fatto che anche un permesso da legge 104 contribuisca alla maturazione delle ferie trova una ragione davvero semplice. Banale, quasi. Infatti, il lavoratore che si assenta dal lavoro per assistere un familiare disabile non si sta divertendo e né si può dire che stia ricaricando le proprie energie: anche assistere un disabile, pur non essendo inquadrabile nella propria professione, è di fatto una forma di lavoro. E’ un’assistenza che richiede sforzo fisico e mentale e quindi un dispendio di energie.

Ecco quindi che i permessi 104, non potendo essere considerati giorni dediti al riposo, ed essendo dunque percepiti come giorni di lavoro, contribuiscono alla maturazione delle ferie. La Cassazione lo ha spiegato in modo molto chiaro: “Il diritto alle ferie garantisce il ristoro delle energie a fronte della prestazione lavorativa svolta, e tale ristoro si rende necessario anche a fronte dell’assistenza ad un invalido, che comporta un aggravio in termini di dispendio di risorse fisiche e psichiche”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *