Pedana per i disabili fuorilegge: l’ennesima sanzione che piega lo Yeti

yeti roma

“La pedana per i disabili è fuorilegge”. Con questa motivazione i vigili hanno disposto che il centro culturale Yeti sito in via Pesaro, a Roma, debba stare chiuso per tre giorni. La polizia amministrativa del V municipio, mercoledì scorso è tornata a multare i soci della cooperativa impegnata nella diffusione della cultura, della legalità e dell’inclusione sociale in quello che è un territorio ricco di problematiche e contraddizioni.

Nel mirino degli agenti ci sono finiti la rampa che permette l’ingresso alle persone in carrozzina e quattro tavoli sistemati sul marciapiede, ritenuti nel loro caso come “occupazione abusiva di suolo pubblico”. Nei confronti del centro culturale Yeti che gestisce l’area è stata quindi disposta l’ennesima sanzione per 1.600 euro, dopo che già nel 2016 furono emesse altre multe della stessa natura. E come se non bastasse, il locale dovrà rimanere chiuso nelle giornate del 22, 23 e 24 aprile.

Il caffè libreria, aperto nel lontano 2003 nel quartiere del Pigneto, a Roma, ha provato in più di una occasione a mettersi in regola per ottenere i permessi per l’occupazione di suolo pubblico, senza però riuscirci. Adesso il minisindaco del V municipio, Giovanni Boccuzzi, promette di darsi da fare per risolvere nel più breve tempo possibile quello che è divenuto un vero accanimento nei confronti del centro culturale.

“Noi, da quando abbiamo aperto, abbiamo reiterato le richieste a tutte le amministrazioni che si sono succedute e non siamo mai giunti a una conclusione della vicenda. Per l’anno in corso abbiamo nuovamente inoltrato le domande a cui ci devono ancora rispondere”, puntualizza Maurizio Panico, uno dei soci della cooperativa. Sul piede di guerra anche il resto del quartiere che considera “inaccettabile” la misura voluta dai caschi bianchi, soprattutto perché lo Yeti ha sempre mostrato di voler fare la sua parte in questa vicenda. In questi giorni è così partita una protesta passiva: gli abitanti del quartiere porteranno le sedie da casa e si siederanno tutti dinanzi allo Yeti per simulare l’occupazione di suolo pubblico contestata dai vigili.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *