Paralimpiadi di Rio 2016: risultati record per gli azzurri!

alex zanardi

Gli atleti italiani impegnati alle Paralimpiadi di Rio hanno ottenuto finora dei risultati a dir poco straordinari. La serie di vittorie è stata inaugurata mercoledì scorso con gli ori di Vittorio Podestà, Alex Zanardi, Luca Mazzone, Assunta Legnante e Beatrice Vio, seguiti da due bronzi di Francesca Porcellato, da un altro oro messo a segno da Paolo Cecchetto e dagli argenti conquistati dai soliti Mazzone, Zanardi e Morlacchi. Per il momento, insomma, il medagliere azzurro conta 30 medaglie di cui 8 ori, 12 argenti e 10 bronzi e ha superato ufficialmente il numero di medaglie ottenute nelle Paralimpiadi di quattro anni prima (in cui l’Italia vinse 28 riconoscimenti di cui 9 ori, 8 argenti e 11 bronzi).

Alla luce di tutto ciò, non si può certo dire che le nostre stelle dello sport paralimpico non abbiano dato il meglio di sé! In particolare, nuoto, ciclismo (handbike) e atletica leggera sono state le discipline nelle quali gli azzurri si sono riusciti a distinguere. Come per esempio Cecilia Camellini e Federico Morlacchi, due degli atleti che più hanno fatto parlare di sé per via delle loro prestazioni e dei loro trionfi nel nuoto. Ma anche Francesco Bocciardo, già campione mondiale ed europeo in carica, è riuscito a prevalere nettamente nei 400 stile libero S6 dove ha vinto con un vantaggio di 5.67 secondi. E che dire poi di Giulia Ghiretti, Vincenzo Boni, Efrem Morelli e Francesco Bettella?

Probabilmente non servono neanche grandi parole per descrivere il genio di Alex Zanardi, capace di stracciare i suoi rivali pur avendo raggiunto la soglia dei 50 anni. Meno scontate sono state invece le vittorie di Luca Mazzone e Vittorio Podestà, rispettivamente nelle crono H2 e H3. E a chiudere in bellezza ci ha pensato poi Paolo Cecchetto, oro in linea H2 che si è piazzato proprio davanti al connazionale Mazzone.

Tra l’altro le Paralimpiadi di Rio 2016 sono state l’occasione per permetterci di capire come l’Italia vada piuttosto forte nel paratriathlon, disciplina all’esordio nel programma paralimpico. In questo caso, infatti, due dei tre azzurri partecipanti – Michele Ferrarin e Giovanni Achenza – sono riusciti a calcare il podio rispettivamente con un argento e un bronzo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *