Modello ICRIC 2017: dichiarazione, scadenze e novità

Anche quest’anno si avvicina la data di scadenza che le persone con disabilità hanno imparato a conoscere molto bene: quella per presentare il modello ICRIC. Il Modello ICRIC (Invalidità Civile Ricoveri) riguarda gli invalidi civili che sono titolari di una indennità di accompagnamento o di una indennità di frequenza. L’autocertificazione prevista da questo modello riguarda fondamentalmente i ricoveri a fini riabilitativi in istituti la cui retta rimane a carico dello Stato; sono invece esclusi i ricoveri per patologie.

Molte persone stanno iniziando a ricevere via posta le lettere di avviso da parte dell’INPS, per cui non sanno bene come muoversi. A questo proposito è bene chiarire un po’ i termini della questione. Innanzitutto il fatto che l’Inps invii direttamente la lettera ai titolari di prestazioni di invalidità civile e/o ai titolari di assegno sociale non deve preoccupare, visto e considerato che si tratta della prassi.

Molto semplicemente, ricevuta la lettera di avviso, i destinatari farebbero bene a recarsi presso il patronato/CAF di fiducia per ricevere informazioni più dettagliate sulla pratica e sbrigare il da farsi: l’importante è che tutto quanto ciò avvenga entro il 15 febbraio, che è la data ultima per presentare la dichiarazione ICRIC. Per chi non presenta la dichiarazione entro i termini, è previsto l’invio di una comunicazione di sollecito.

Ricordiamo che la dichiarazione 2017 si riferisce ai ricoveri avvenuti nel 2015 e 2016, e la dichiarazione stessa va effettuata per mano del procuratore o dell’amministratore di sostegno, chiaramente solo se identificati mediante un provvedimento. Per quanto riguarda invece i soggetti con disabilità intellettive o casi di assenza di un tutore, la dichiarazione può non essere prodotta dal momento in cui basta un certificato medico recante l’indicazione delle patologie.

Se vi sentite insicuri, ripetiamo, fareste bene a ricorrere a un CAF o a professionisti abilitati. Altrimenti potete provvedere anche voi stessi alla compilazione della pratica entrando nella vostra area riservata sul sito ufficiale Inps.

One Response

  1. Donato 28 giugno 2017

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *