Giappone: disabile costretto a strisciare per salire su un aereo

aerei accessibili

Il Giappone è sempre stato considerato un Paese estremamente all’avanguardia dal punto di vista tecnologico e incredibilmente civile in quanto a organizzazione del vivere comune. Ed è per questo che fa strano pensare a quanto accaduto di recente.

Protagonista di questa storia di (stra)ordinaria follia è un disabile giapponese, che è stato fatto salire a bordo di un aereo senza alcun tipo di ausilio tecnologico e tanto meno senza alcun tipo di aiuto da parte del personale: il passeggero in questione si è così visto costretto a strisciare, nel vero senso della parola, per salire a bordo del velivolo!

Hideto Kijima, questo il nome della vittima di questa incredibile storia, all’andata era riuscito a salire sull’aereo grazie all’aiuto prestatogli dai suoi amici che se lo erano caricato sulle loro spalle. Il problema quindi è nato al ritorno dall’isola di Amami, quando l’uomo, responsabile del Japan Accessible Tourist Center, una organizzazione senza scopo di lucro che cataloga i luoghi accessibili ai disabili, si è visto rispondere picche.

In pratica, l’equipaggio dell’aereo gli ha detto che avrebbe dovuto salire a bordo con le sue sole forze per fantomatici “motivi di sicurezza”. Hideto perciò si è visto costretto a lasciare la sedia a rotelle – su cui è seduto dal 1990 – e a strisciare con la forza delle braccia sulla scaletta che lo avrebbe poi introdotto nel vano passeggeri.

L’episodio, portato alla ribalta dalla Bbc, è talmente clamoroso (e vergognoso) da aver messo in difficoltà la compagnia aerea colpevole di tutto ciò, ovvero la Vanilla Air, una low cost di proprietà della All Nippon Airways. I vertici della compagnia hanno quindi diramato un comunicato con tanto di scuse pubbliche e annunciato nuove misure volte ad aiutare l’accessibilità dei loro aerei.

Insomma, anche il Giappone ha qualcosa da rimproverarsi! Rimane però il fatto che questa è ancora oggi una delle nazioni più civili e accessibili al mondo, e su questo non ci sono molti dubbi di sorta.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *