A Firenze il “Disabili Abili Fest”, manifestazione per abbattere le barriere

COMUNICATO STAMPA

La seconda edizione si terrà sabato 27 maggio presso l’Unione Sportiva Affrico con incontri, gare, tornei, concerti e momento di spettacolo, alla presenza di ospiti

Si aprono oggi su www.disabiliabili.net le iscrizioni alla prima edizione del talent dedicato a persone con disabilità, novità della manifestazione

disabili abiliFirenze, 7 marzo – Chi ha detto che talento e disabilità debbano escludersi a vicenda? Partendo da questa riflessione il 27 maggio si terrà a Firenze la seconda edizione del Disabili Abili Fest, evento organizzato dall’azienda fiorentina Disabili Abili. La manifestazione si svolgerà presso l’Unione Sportiva Affrico (viale Manfredo Fanti, 20) con incontri, gare, tornei e concerti alla presenza di ospiti, per abbattere le barriere fisiche, architettoniche e mentali grazie allo sport, all’arte e all’informazione.

All’interno della manifestazione si terrà inoltre il primo talent dedicato a persone disabili, che ha la volontà di trasferire ai concorrenti valori di crescita essenziali. Cantanti, musicisti e ballerini potranno mettersi alla prova di fronte a una vera e propria giuria, per vivere un’esperienza da protagonisti e scoprire il piacere di condividere le proprie passioni.

L’iscrizione è attiva gratuitamente fino al 15 marzo sul sito internet www.disabiliabili.net. Sono ammessi i concorrenti affetti da qualsiasi forma di disabilità di tutta Italia a partire dai 16 anni fino ai 65 anni. Non ci sono limitazioni: i musicisti possono essere soli o in band, i ballerini partecipare anche in coppia, o per scuola di danza. Il talent show vedrà l’esibizione di tutti i partecipanti selezionati (ognuno per massimo 4 minuti) durante il festival. Al termine, i giudici decreteranno i migliori talenti della giornata.

La Disabili Abili si occupa di soluzioni ai problemi di mobilità, personalizzando carrozzine elettroniche, manuali e ausili al movimento studiati su misura per ogni singolo cliente, ponendo la persona al centro dell’attenzione, studiando la sua postura e realizzando strumenti che abbiano un ruolo determinante nel prevenire, correggere e compensare le diverse problematiche individuali.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *