Disabili, agevolazioni fiscali per l’acquisto di un’auto

agevolazioni auto disabiliLa normativa italiana prevede che ai disabili siano garantite delle agevolazioni in fase di acquisto di un’autovettura. In particolar modo le agevolazioni per questo specifico settore si riferiscono ai soggetti che seguono:

  • Sordi e non vedenti;
  • Disabili aventi un handicap psichico o mentale che beneficia di una indennità di accompagnamento (con tanto di certificato rilasciato dalla Commissione per l’accertamento dell’handicap presso l’Asl di competenza);
  • Disabili con una grave limitazione nelle capacità di deambulazione o affetti da diverse amputazioni (anche in questo caso con verbale della Commissione Asl che certifichi la gravità della condizione);
  • Disabili con capacità motorie ridotte o impedite ma che non per questo hanno i requisiti per cui essere definiti “affetti da una grave limitazione nella capacità di deambulazione”.

Agevolazioni auto per disabili: in cosa consistono?

Ma esattamente che cos’è che prevedono le agevolazioni per il settore auto? Sotto questo punto di vista il supporto arriva per mano di due diversi filoni: la detrazione di imposta da una parte e l’IVA ridotta dall’altra.

Più in particolare, per quel che riguarda l’acquisto e la riparazione di motocarrozzette e autoveicoli, la norma prevede che il disabile rispondente dei requisiti abbia diritto a una detrazione di imposta per la misura del 19% della spesa totale (che non può tuttavia superare i 18.075,99€). Per quanto attiene l’ambito dell’IVA ridotta, invece, sia per le spese di acquisto che per le spese di riparazione è prevista un’applicazione dell’imposta sul valore aggiunto del 4% (anziché del 22%).

Un caso a sé ce l’hanno invece i caravan per il cui acquisto e per la cui riparazione si ritiene valida solo l’agevolazione della detrazione d’imposta; del tutto esclusi dal raggio delle agevolazioni sono invee i quadricicli leggeri (comunemente noti come minicar) che possono essere guidati anche senza il possesso di una patente di guida.

I limiti all’uso delle agevolazioni auto

E’ bene sottolineare che tanto la detrazione quanto il discorso dell’IVA agevolata possono essere ritenute valide solo una volta (ovvero per un solo veicolo) nel corso del quadrienno che segue alla data di acquisto. Tutto ciò si intende valido in condizioni per così dire “normali”, ma a questa regola possono essere fatte delle eccezioni: la detrazione può essere sfruttata anche durante il quadriennio in questione se è stato provato che il veicolo precedente sia stato oggetto di un furto; mentre l’IVA agevolata può essere riutilizzata nel quadriennio solo se il veicolo precedente viene eliminato dal PRA e destinato alla demolizione.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *