Internet e telefonia per disabili: l’AGCOM rivede le agevolazioni

Il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (AGCOM) ha approvato negli ultimi giorni l’avvio di una consultazione pubblica che avrà il compito di definire i servizi di comunicazione elettronica che potrebbero essere concessi ai disabili a fronte di condizioni economiche agevolate. L’obiettivo del provvedimento è semplice: rivedere le attuali norme valide per utenti non udenti e non vedenti, e aggiornarle sulla base di quella che è stata l’evoluzione tecnologica degli ultimi anni.

D’altra parte sono trascorsi 9 anni circa dall’approvazione della delibera che prevedeva agevolazioni e misure ad hoc per persone sorde e cieche: ad oggi le agevolazioni per i sordi prevedono l’esenzione dal pagamento del canone telefonico ed una offerta di telefonia mobile mirata con 50 sms gratuiti al giorno; mentre per gli utenti ciechi totali le misure prevedono un dimezzamento del canone di navigazione ad Internet o, per le offerte a consumo, la possibilità di usufruire di almeno 90 ore di navigazione gratuite.

Con il provvedimento deliberato dall’AGCOM queste norme saranno oggetto di restyling e, nello specifico caso della telefonia fissa, prevedono l’esenzione dal canone telefonico e la riduzione del 50% del canone mensile dovuto ai piani voce e Internet. Per quanto riguarda invece la telefonia mobile, le nuove agevolazioni prevedono una semplificazione delle modalità di accesso dei disabili ai siti web dei vari operatori, e la messa a punto di un’offerta che permetta di avere traffico dati a fronte di una spesa ridotta rispetto al normale.

Per partecipare alla consultazione che dovrà definire nel dettaglio le nuove agevolazioni di cui i disabili potranno avvalersi sul fronte dell’elettronica, bisogna inviare una mail alla posta certificata agcom@cert.agcom.it entro 60 giorni dalla pubblicazione della delibera sul sito web dell’ente. Chiunque potrà far recapitare osservazioni nel merito, dai fornitori di servizi di comunicazioni elettroniche, fino alle associazioni dei consumatori, alle associazioni dei disabili e a qualunque altro soggetto dovesse essere interessato a questo importante progetto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *