Cerca nell'archivio


lavoro> 29 ottobre 2008

Inps, Su internet i nuovi moduli per le domande di prestazione

L’Inps ha pubblicato sul proprio sito internet nuovi modelli di domanda per le prestazioni economiche a tutela della disabilità grave e della maternità. I nuovi moduli si presentano con una copertina che contiene informazioni che aiutano i richiedenti a compilarli correttamene e completamente. Le informazioni della copertina indicano anche quali sono i documenti che vanno allegati per ogni diverso tipo di domanda. Nei moduli sono inseriti, oltre ai campi da compilare per fornire all’Inps le notizie utili per la definizione della prestazione, anche gli spazi per dichiarare tutte quelle situazioni o fatti che la legge consente di autocertificare, per evitare ai richiedenti di farsi rilasciare da altre pubbliche amministrazioni documenti inutili.
I nuovi modelli sono reperibili nella sezione ‘moduli online’ del sito www.inps.it, e possono essere compilati direttamente sul computer. Ovviamente possono essere anche prima stampati e poi compilati a mano. Assieme ai modelli l’Inps ha diramato alcune precisazioni che pensiamo sia interessante riepilogare.
Permessi legge 104/92. Ai lavoratori che presentano la domanda per usufruire dei tre giorni di permesso mensile l’Inps rilascia una lettera che riporta alcune specifiche relative alla validità temporale dei permessi. Nei casi in cui la persona per la quale si chiedono i permessi abbia avuto dalla commissione dell’Asl una certificazione definitiva dell’handicap la lettera precisa che il provvedimento di accoglimento non ha limiti di validità temporale. Ricordiamo a tale proposito che dal 29 aprile 2008 l’Inps ha disposto che in presenza di handicap grave accertato in via definitiva non è più necessario rinnovare ogni anno la richiesta dei permessi. Il lavoratore che ne beneficia è però tenuto a comunicare tempestivamente le eventuali variazioni delle situazioni che ha dichiarato nella domanda. Importantissimo è informare l’Inps di eventuali ricoveri a tempo pieno del soggetto disabile, di revisioni del giudizio di gravità da parte della commissione Asl, della fruizione dei permessi, per lo stesso soggetto, da parte di altri familiari. Maternità. Tra i nuovi moduli è stato inserito anche quello che consente agli iscritti alla gestione separata di presentare la domanda per usufruire del congedo parentale. Ricordiamo a tutte le lavoratrici che le domande per il congedo di maternità e parentale vanno presentate prima dell’inizio del periodo richiesto, e non dopo, come ha fatto ultimamente qualche mamma sbadata. Nel caso di parti gemellari non è necessario presentare tante domande quanti sono i figli neonati, ma è sufficiente presentare una sola domanda, compilando il riquadro dei dati anagrafici dei figli tante volte quanti sono i figli nati. Analogo discorso vale per le adozioni o per gli affidamenti plurimi. Un ultimo consiglio: il certificato medico di gravidanza, che si presenta con la domanda di congedo, va inserito in una busta chiusa, sulla quale va scritta la seguente dicitura: ‘Contiene dati sensibili’.
Carlo Litrico
(gazzettadimantova.repubblica.it)

Commenti (1)

  1. vincenzo:

    Vi chiedo scusa ma sul sito dell’INPS non ho trovato nessun accenno sulla nuova normativa in materia di invalidità civile nè, tanto meno ho rinvenuto la modulistica relativa alle domande per l’accertamento dell’invalidità civile/handicap, atteso, che dal prossimo anno, le medesime domande dovranno essere inviate all’INPS.